Come si Forma la Cellulite e Come Fare per Combatterla


In questo articolo parliamo di una tipologia di ginnastica detta ginnastica estetica, basata su esercizi anticellulite che combattono la pelle buccia d’arancia che si annida in particolar modo sulla parte bassa del corpo.

Ma partiamo dall’inizio e parliamo brevemente della cellulite, rispondendo ad una manciata di domande come…

Che cos’è la cellulite?
Perché si forma la pelle a buccia d’arancia?
La cellulite è grasso?
Quante tipologie di cellulite esistono?
Quali sono i consigli migliori che aiutano a combatterla?

Indice:

che cos’è la cellulite

La cellulite non è un’inestetismo superficiale della pelle, si tratta di un’alterazione degli strati più profondi della pelle (cute).

La cute è formata da 3 strati detti:

  • epidermide –> è lo strato più superficiale della pelle, formato da cinque strati di cellule in movimento, con uno spessore di massimo 1,5 mm
  • derma –> detto anche tessuto connettivo è lo strato posto sotto l’epidermide, ricco di vasi sanguigni, terminazioni nervose e fibre collagene che lo rendono uno strato molto elastico e resistente
  • ipoderma –> è lo strato più profondo della pelle, ricco di capillari e piccoli vasi sanguigni, è anche il più spesso ma lo spessore variabile a seconda della zona del corpo (dai 5 millimetri ai 2 cm)

strati-della-pelleE’ proprio nello strato più profondo della pelle (ipoderma) che sono presenti le cellule adipose dette anche adipociti e se l’ipoderma è ricco di adipociti viene detto pannicolo adiposo.

Perché si forma

Tutte noi donne abbiamo uno strato di cellule di grasso, il famoso pannicolo adiposo posto sotto la cute, ma in condizioni normali non sviluppa nessuna alterazione all’aspetto della pelle.

La cellulite si forma a causa di un malfunzionamento del microcircolo causato da un’alterazione dei sottili vasi sanguigni, questo provola un aumento di volume delle cellule adipose con annessi rigonfiamenti in zone specifiche e circoscritte del corpo.

Quindi le principali cause della cellulite sono:

  • la ritenzione idrica
  • la cattiva circolazione

La cellulite è grasso?

Cercare di combattere la cellulite  nello stesso modo in cui ci si comporta con il grasso localizzato, ossia con diete restrittive e improvvisate non è la soluzione giusta.

La cellulite non è solo grasso, anche se in  si tratta di alterazioni alle cellule di grasso, è importante chiarire che adipe e cellulite sono due cose diverse, quindi un regime dietetico serio ha bisogno di figure professionali nel campo della nutrizione che possano pianificare un programma alimentare specifico. Per maggiori informazioni sull’argomento diete fai da te leggi questo articolo.

La cellulite non si manifesta più frequentemente nelle donne, ma non solamente in quelle in sovrappeso o che hanno qualche chilo di troppo su cosce e glutei, ma anche in chi non ha nemmeno un chilo di troppo e, specialmente nelle persone magre, i cuscinetti di cellulite si notano ancora di più.

Stadi e tipologie di cellulite

Gli stadi della cellulite sono 4, fno al terzo stadio la cellulite e’ detta reversibile, quindi curabile, l’unico stadio irreversibile è il quarto.

Vediamoli insieme:

  • Primo Stadio
    segni visibili solo leggermente, la superficie cutanea appare quasi normale, non si avverte dolore al tatto ma c’è un leggero accumulo di pastosità cutanea al tatto. Cellulite in fase iniziale (stato reversibile)
  • Secondo Stadio
    Piccoli segni evidenti con un accumulo più importante della pastosità della pelle, non si avverte dolore al tatto e si manifesta un iniziale difetto circolatorio con un’alterazione della microcircolazione sanguigna e ristagno di tossine. Maggior componente liquida. (stato reversibile)
  • Terzo  Stadio
    La superficie della pelle assume il tipico aspetto a pelle a buccia d’arancia, la pelle perde elasticità e si avverte dolore alla palpazione. In questo stadio si manifesta un’alterazione del funzionamento del microcircolo con la formazione di micronuduli. (stato reversibile)
  • Quarto Stadio
    I piccoli micronoduli diventano macronoduli con aumento del tessuto fibroso, la pelle appare marcatamente irregolare, ricca di rigonfiamenti e avvallamentia piuttosto evidenti.
    Le zone colpite dalla cellulite tendono a trattenere i liquidi e far accumulare il grasso. (stadio irreversibile)

La cellulite non è tutta uguale, saper distinguere le diverse forme di cellulite è importante per capire la strategia da seguire per curarla al meglio.

La cellulite più essere molle, edematosa e dura, vediamole nel dettaglio:

  • Molle –> detta anche cellulite flaccida, si annida in piccole zone, specialmente nell’interno delle cosce e nelle braccia, le zone risultano più fredde e pastose e l’aspetto della pelle è a buccia d’arancia e alla palpazione di notano micronoduli
  • Edematosa –> i tessuti hanno un aspetto spugnoso e gonfio molto più esteso rispetto alla precedente tipologia di cellulite, si avverte dolore al tatto e c’è un aumento del ristagno dei liquidi nei glutei e nella vita
  • Dura –> è una cellulite dura e dolorosa caratterizzata da masse sottocutanee compatte e dolorose che non si spostano durante i movimenti del corpo. L’epidermide nelle zone colpite è sottile e violacea.

Come Combattere la cellulite

Prevenire e curare la cellulite significa fare attenzione al proprio stile di vita perché un’alimentazione non corretta e poco esercizio fisico sono i due fattori che più spesso  contribuiscono alla formazione della pelle a buccia d’arancia su fianchi, cosce e glutei.

Per una efficace lotta alla cellulite è necessario adottare qualche sana abitudine, ecco una lista delle 7 regole d’oro per contrastare l’insorgenza della cellulite;

  1. dieta ricca di alimenti contenenti acqua come frutta e verdura per depurare il corpo e assumere vitamine e sali minerali come il potassio che favorisce la diuresi (verdura drenante: sedano, finocchio crudo, rucola, prezzemolo, carciofo)
  2. poco sale e alimenti troppo salati come insaccati e prodotti sotto sale  che possono provocare ritenzione idrica. Sostituire il sale con sale marino integrale
  3. esercizio fisico regolare per migliorare la circolazione e contrastare il sovrappeso
  4. evitare il fumo e l’alcol in quanto aumentano la ritenzione idrica
  5. bere almeno 1 litro e mezzo di liquido al giorno in modo da aiutare l’eliminazione dei liquidi e disintossicare l’organismo
  6. non portare scarpe col il tacco per troppe ore al giorno e evitare vestiti troppo stretti che ostacolano la circolazione
  7. integratori vitaminici anti cellulite con vitamina A per contrastare la perdita di elasticità cutanea, vitamina C per il rafforzamento delle pareti dei vasi sanguigni, vitamina E favorisce la rigenerazione del tessuto connettivo danneggiato

Consigli pratici sulla dieta

Combattere la cellulite con la dieta è possibile adottando quotidianamente piccoli trucchi a tavola e alcune buone abitudini.

La dieta da sola non basta, ma anche un serio programma di allenamento finalizzato all’eliminazione della cellulite non è abbastanza, il binomio dieta e sport è fondamentale, ma iniziamo con l’alimentazione e vediamo quali sono gli atteggiamenti più corretti quando si parla di inestetismi della cellulite.

L’obbiettivo è migliorare la circolazione, migliorare l’ossigenazione e smaltire i prodotti di scarto.

Come fare?

Con la dieta è importante assumere verdure tutti i giorni, mangiare alimenti ricchi di fibre come cereali integrali e crusca d’avena, evitare gli alimenti ricchi di zuccheri, grassi e bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno (meglio se povera di sodio per favorire la diuresi) in modo da drenare il corpo ed eliminare le sostanze tossiche.

La dieta dovrebbe essere ricca di vegetali e fibre, consumare almeno 3 pasti al giorno, bere almeno un litro e mezzo di acqua, evitare i cibi ricchi di grassi, gli alcolici e a (oltre 2-3 al giorno). Inoltre è importante cercare di eliminare il sale dalla dieta in quanto quello presente negli alimenti è sufficiente a coprire il fabbisogno giornaliero.

Il consumo di acqua è importantissimo perché permette e di rifiuto, bevete molto e non dimenticate di portare una bottiglietta d’acqua sempre con voi, specialmente quando vi recate in palestra. E’ consigliato l’acquisto di acque povere di sodio per favorire la diuresi.

Anche l’eccessivo consumo di caffè, sale e l’assunzione di alcolici no fa bene alla circolazione, quindi sarebbe bene

E se vuoi qualche consiglio in più per migliorare la situazione con l’attività fisica, leggi questo articolo,parla di come una serie di esercizi studiati appositamente per questo inestetismo possano essere veramente utili sia come prevenzione sia come cura.

Dieta Scarsdale di Mantenimento: Cosa Mangiare ed Esempio di Menù Settimanale

DIETA-SCARSDALE-MANTENIMENTO
Premessa: La dieta Scarsdale ha valore calorico di sole 1000 kcal giornaliere, i regimi ipocalorici comportano elevati rischi, soprattutto se protratti…

La Caffeina fa Dimagrire? Può Aumentare la Perdita di Peso?

caffeina dimagrimento
La domanda che molte donne si pongono è: la caffeina può favorire la perdita di peso? E' uno stimolante naturale…
Ultimo aggiornamento: 26 settembre, 2015
Scrivi un Commento!