Cucinare le Lenticchie: Quali scegliere?


Specialmente per le feste di capodanno, le lenticchie sono il simbolo delle tavole durante gli ultimi giorni dell’anno, ma anche si dice che portino bene… anzi soldi, come fare a scegliere e cucinare quelle giuste?

Le lenticchie racchiudono tantissimi nutrienti come il ferro, le proteine, le fibre vegetali e potassio.

Ti basta sapere che le lenticchie apportano addirittura più ferro di quanto ne apporti la carne di cavallo, stiamo parlando di ben 8 mg per 100 grammi di lenticchie contro i 3,9 mg della carne di cavallo!

Le proteine nelle lenticchie poi, sono presenti in dosi massicce, ai livelli della carne e a volte anche superiori.

Le lenticchie, specialmente durante le feste di Natale e Capodanno sono preziose per  noi donne per mantenerci in forma perché sono i legumi più digeribili, regolano l’intestino e grazie agli alti livelli di potassio, contrastano la ritenzione idrica, a tutto vantaggio per la nostra linea.

Ma vediamo come fare a districarci dalle molte varietà, e cucinare le lenticchie giuste, per le nostre ricette delle feste di capodanno.

- Lenticchie Decorticate
Decorticare cioè senza buccia.
Cuociono più velocemente e sono più digeribili delle lenticchie con la buccia.

Unico fattore negativo è che senza la loro pellicola protettiva, perdono molte delle loro proprietà nutritive.

- Lenticchie di Puy
Le di Puy sono delle lenticchie verdi che derivano dalla Francia, coltivate nell’alta Loira.

Le lenticchie dette di Puy, sono molto delicate, profumate, molto saporite e anche estremamente pregiate.

Se cotte
, le lenticchie di Puy diventano una deliziosa crema.

- Lenticchie Rosse Egiziane
La lenticchia rossa è diffusissima in Medio Oriente, non necessita di ammollo e si cuoce velocemente.

Le lenticchie rosse sono ottime come purè o come crema, e sono estremamente delicate se cucinate come contorno abbinate al cous cous.

- Lenticchie di Ustica
Sono lenticchie veramente molto piccole, che provengono dall’isola di Ustica a Palermo, di colore marrone scuro, tenere e saporite.

Le lenticchie di Ustica sono molto facili da cucinare perché non hanno bisogno di ammollo prima della cottura e cuociono in appena 45 minuti.

- Lenticchie di Altamura
Sono verdi e sode, perfette come contorno, e si sposano perfettamente ad un sugo al pomodoro fatto in casa.

- Lenticchie di Castelluccio
E’ un tipo di lenticchia ricercatissima, esclusivamente di produzione biologica.

Sono piccolissime, con una pellicola molto sottile e dal sapore dolciastro, perfette in umido o in insalata.

- Lenticchie Beluga
Si chiamano proprio come il pregiato caviale, piccole, nere e dal sapore che ricorda molto le nocciole.

Le Beluga tengono molto bene la cottura e sono perfette per qualsiasi preparazione, dalle zuppe alle insalate.

Ultimo aggiornamento: 30 giugno, 2014
Scrivi un Commento!