In Erboristeria: La Curcuma


Come utilizzare la Curcuma:
Come rimedio naturale è sufficiente riuser garantirti la dose ideale giornaliera e la puoi aggiungere a fine cottura di molti alimenti, ma si può anche aggiungere a vari tipi di yogurt o farne una salsa.

Ti è utile sapere che siccome la curcuma, è molto poco assimilata dal nostro organismo, per facilitarne l’assorbimento, andrebbe assunta insieme al pepe nero, al tè verde, l’olio d’oliva e burro.
La curcuma però, non è presente solamente come polvere da aggiungere alle nostre ricette di cucina, ma se non ti piace il sapore, puoi usarla come gli altri rimedi naturali assumendo integratori alla curcuma.

Si consiglia in ogni caso di non superare le dosi consigliate che sono 2/3 capsule al giorno o 15ml di soluzione liquida diluiti in mezzo litro d’acqua.

In base a recenti studi è risultato che la curcumina potrebbe essere utile come rimedio naturale per contrastare l’insorgere di almeno otto tumori:
– tumore al colon, l’effetto positivo della curcumina su questo tumore è stato dimostrato da studi di laboratorio.

Recentemente si è visto che la curcumina ha un’azione specifica sulla neurotensina, ormone gastrointestinale strettamente legato alla produzione di una proteina infiammatoria coinvolta nella metastatizzazione del carcinoma del colon.

Circa un terzo dei tumori del colon hanno recettori per questo ormone e secondo i ricercatori, la curcumina potrebbe essere un valido ausilio nella prevenzione e nella cura di questa forma tumorale.
tumore alla bocca, uno studio è stato condotto a Srikakulam, nel distretto dell’Andhra Pradesh, su donne che praticano il “reverse smoking” e cioè fumare tenendo in bocca la parte accesa della sigaretta, che provoca un’ alta percentuale di tumore della bocca.

La spennellatura di curcuma nelle guance si è dimostrata un’ efficace prevenzione del tumore.

– tumore ai polmoni, sono stati dimostrati effetti positivi della curcumina su cellule tumorali in vitro
tumore al fegato, sono stati dimostrati effetti positivi della curcumina su cellule tumorali in vitro
– cancro della cervice un ricercatore del  “Institute of Cytology and Preventive Oncology (ICPO)” indiano, ha recentemente scoperto che la curcumina protegge dai virus del papilloma (HPV), che possono causare il tumore della cervice dell’utero.

I virus HPV necessitano di alcune proteine virali prodotte  delle cellule del corpo per potere agire rapidamente. La curcumina impedisce il legame di queste proteine epiteliali con il virus. Alcuni studi clinici (sulle donne) sono tutt’ora in corso.

– tumore alla pelle, studi di laboratorio hanno dimostrato che la curcumina provoca l’apoptosi, una sorta di suicidio cellulare delle cellule del melanoma.
tumore alle mammelle, in alcuni studi sui topi, la curcumina ha ridotto di molto la diffusione metastatica del tumore della mammella.

Si crede che la curcumina e la curcuma possano essere molto utili nella prevenzione di questo tumore attraverso tre meccanismi:

1. riduzione dell’effetto simil-estrogenico di molte sostanze chimiche (pesticidi, materiali plastici, ecc.)  che legandosi ai recettori estrogenici causano proliferazione cellulare e poi tumore;

2. la curcuma e curcumina smorzerebbero i recettori, rendendoli meno sensibili agli stimoli;

3. inibizione del COX-2, un enzima che ha un ruolo chiave nella diffusione del cancro, stimolando la crescita di nuovi vasi sanguigni attorno al tumore e facilitando la diffusione delle metastasi.

4. leucemia infantile, gli studi epidemiologici mostrano che in Asia, l’incidenza di questo tumore è molto inferiore rispetto all’Europa e  secondo i ricercatori della Loyola University di Chicago questo sarebbe dovuto in parte all’effetto protettivo della curcuma, molto utilizzata nella cucina asiatica.

L’azione antiossidante di questa spezia protegge il DNA dai danni provocati da sostanze chimiche ambientali, per altro, negli esperimenti di laboratorio, la curcumina è stata in grado di inibire le crescita delle cellule leucemiche. I bambini possono trarre benefico dalla curcuma fin da lattanti, infatti, i principi terapeutici di questa spezia passano dalla madre al bimbo tramite il latte materno.

Quando va Evitato l’uso della Curcuma:
Cerca di evitare l’assunzione di curcuma se sei in stato di gravidanza o allattamento o in caso di ulcera e calcoli biliari o di ostruzione delle vie biliari e se hai il diabete. Ricordati di rivolgerti al tuo medico curante, prima di assumere qualsiasi degli integratori o pillole alla curcuma presenti sul mercato come rimedi naturali.

La curcuma può abbassare i livelli di zucchero nel sangue e, quando combinato con i farmaci per il diabete può causare ipoglicemia. Inoltre sappi che se utilizzi la curcuma per stimolare la digestione, evita di farlo in caso di calcoli alla colecisti.

Fonte per approfondimenti: www.dottorperuginibilli.it

Tutte le informazioni mediche pubblicate in questo sito sono da considerarsi come esclusive indicazioni sommarie. Non rappresentano nessuna indicazione medica. Per informazioni più specifiche deve essere chiesto un consulto medico appropriato.

Rimedi Naturali: Cannella

rimedi naturali cannella
E chi non la conosce la cannella? In campo alimentare la cannella è senz'altro una spezia diffusissima usata per cucinare…

Rimedi Naturali: Curcuma

La curcuma è una pianta tropicale nota per il potente mix di proprietà benefiche che apporta. E' una delle spezie che…
Ultimo aggiornamento: 7 ottobre, 2015