La Dieta Weight Watchers

La Dieta Weight Watchers è nata dalla mente di Jean Nidetch, una tipica casalinga nordamericana che stanca di non riuscire a smettere di abbuffarsi, si rese conto che non poteva attenersi ad una dieta senza poter parlare con qualcuno.

Così invitò sei amiche nel suo appartamento nel Queens che avevano il medesimo desiderio di perdere peso, per scambiarsi consigli e supporto psicologico a vicenda.

Acquistata la giusta motivazione, Jean Nidetch raggiunse il suo obiettivo di peso e cominciò ad aiutare gli altri, a cominciare da suo marito, il figlio David, e altri membri della famiglia, così facendo ci furono talmente tante donne motivate e fortemente decise a perdere peso, che decisero di chiedere l’aiuto di medici esperti per aiutarle ad elaborare una dieta di successo, ed ecco come è nata la Dieta Weight Watchers.

La Dieta Weight Watchers è  incentrata principalmente sul sostegno psicologico e sulla motivazione che si crea da persone che hanno lo stesso desiderio, per combattere insieme la quotiana lotta contro le calorie in eccesso.

Durante le riunioni Weight Watchers, ognuno espone le proprie difficoltà, i propri successi e le proprie strategie, con la presenza di esperti di alimentazione e psicologia.

Si tratta fondamentalmente di una dieta ipocalorica  di 1200-1300 calorie giornaliere che si segue per un minimo di 3 settimane e prevede l’assegnazione di un punteggio per ogni alimento assunto, ti incoraggia a fare scelte più mirate, selezionando cibi più nutrienti. Ad ogni persona viene assegnato un punteggio complessivo da esaurire nell’arco della giornata. Per raggiungere questo scopo, si può scegliere qualunque porzione di alimenti catalogati, l’importante è non superare il punteggio massimo.

In linea di massima, la dieta Weight Watchers favorisce i cibi a basso contenuto di grassi e inoltre prevede tutta una serie di strategie vincenti come per esempio:

- usare dolcificante al posto dello zucchero


- non consumare pane fuori dai pasti
- sgrassare la carne prima della cottura
- non usare il burro
- bere moltissima acqua
- mangiare poche uova e poco formaggio
- cucinare in pentole antiaderenti in cui è possibile non aggiungere grassi

Il Menù della Dieta Weight Watchers:
Colazione:
uova e pancetta o uova strapazzate con salmone
Pranzo: frittata di formaggio ed insalata
Cena: pesce alla griglia con verdure ed insalata

La Dieta Weight Watchers – Insuccessi
Anche se senz’altro si dimagrisce, i  motivi del possibile fallimento della dieta Weight Watchers sono dovuti dal fatto che:

- non si insegna a bruciare più calorie con lo sport, ma solo ad assumerne meno, stando attenta alle calorie per sempre

- si punta troppo sulle calorie e poco sull’indice di sazietà

Conclusione
Il miglior metodo per dimagrire è quello di mangiare poco ma concedersi quello che ci piace a tempo debito, senza demonizzare nessun alimento, io dico sempre che se un giorno ti va, puoi mangiarti anche il dolce più calorico del pianeta, perché quando ci vuole ci vuole! L’importante è abituarsi a fare tanto tanto sport!!!

Continua a leggere…
La Dieta Detox
La Dieta South Beach
La Dieta Atkins
La Dieta a Zona

Ultimo aggiornamento: 15 luglio, 2013
Scrivi un Commento!