Le 5 Regole d’Oro alla Base della Dieta a Zona


Per beneficiare della Dieta a Zona è necessario seguire alcune semplici regole:

1.  In ogni pasto e spuntino si devono assumere le giuste proporzioni di carboidrati (preferibilmente con indice glicemico basso), proteine (povere di grassi saturi) e grassi (monoinsaturi) nel rapporto 40 – 30 – 30.

2. Tra un pasto e l’altro non devono trascorrere più di 5 ore, tranne quando si dorme.

Se intercorre un tempo superiore, bisogna fare uno spuntino. In questo modo la giornata si compone di almeno 3 pasti principali e 2 spuntini. Ogni pasto infatti, apporta nutrienti e regola il nostro sistema ormonale per circa 4-6 ore, ogni spuntino per circa 2-2,5 ore.

3. E’ necessario ridurre il più possibile il consumo di dolci, pane, pasta, riso e cereali raffinati ad alto indice glicemico, cioè forti stimolatori d’insulina.

In questo modo riduciamo in maniera drastica e definitiva la voglia smisurata di zuccheri derivata dalla dipendenza da carboidrati.

4. E’ necessario mangiare molta verdura e frutta a basso indice glicemico, cioè carboidrati che stimolano gradatamente l’insulina.

5. L’ultimo spuntino dev’essere quello prima di coricarsi, a meno che non si abbia cenato entro le due ore precedenti.

Ma vediamo quali cibi dobbiamo inserire nella lista degli alimenti giusti per la dieta a Zona.

Dieta a Zona: i Benefici a Lungo Termine

dieta a zona e benefici a lungo termine
Nell'articolo "I vantaggi della Dieta a Zona" abbiamo appena visto che a breve termine, con la Dieta a Zona puoi…

I Carboidrati Concessi nella la Dieta a Zona

carboidrati concessi dieta a zona
La Dieta Zona è una strategia alimentare estremamente flessibile, ossia ti insegna  il corretto modo di mangiare, ad acquistare gli…
Ultimo aggiornamento: 4 ottobre, 2015