Mangiatore Compulsivo: Vediamo se lo sei Anche Tu


Questo disturbo alimentare è riconosciuto qualora le abbuffate si verifichino con una frequenza media di 2 giorni alla settimana per almeno 6 mesi.

E’ oggi un aspetto ben noto del disturbo alimentare più grande che accomuna sempre più donne, dove il cibo è consumato in pochissimo tempo, con bramosità ed in grandi quantità, con o senza essere rigurgitato poi.

I momenti in cui si attuano questi comportamenti alimentari distorti e influenzati dalla condotta alimentare generale troppo drastica e punitiva, si chiamano episodi e possono essere più o meno frequenti.

Mangiatore Compulsivo – Cosa Accade
Ogni singolo episodio che spinge ad abbuffarsi senza il controllo
ne delle quantità, e nemmeno della tipologia di alimenti che si sta mangiando, prende forma quando si inizia ad avvertire una velocissima, improvvisa e forte perdita di controllo, dove in pochi minuti si scatena una volglia di mangiare così grande e ossessiva, da non poter fare a meno di correre a mangiare qualsiasi cosa si trovi.

Solo chi ha provato queste sensazioni può capire che il mangiatore compulsivo si sente spinto a mangiare, come se si trattasse di una costrizione che non può essere ignorata, il tutto vissuto attraverso sentimenti di intenso piacere durante l’eccesso di cibo, ma con estremo disgusto poi.

Il mangiatore compulsivo infatti, è sempre colui che fino a quel momento, ha sempre avuto una propensione al conteggio minuzioso delle calorie con una forte e costante paura di ingrassare ed al controllo minuzioso delle porzioni di cibo, dove il corpo, spinto da lunghi periodi di alimentazione troppo punitiva, si ribella generando questi fenomeni di fame incontrollata, dove la persona non è più in grado di controllare le proprie azioni.

Mangiatore Compulsivo – Comportamento Scorretto
Mangiamo il nostro dolce preferito e ci sentiamo in colpa perché siamo convinte che quel dolce sia un cibo cattivo, che ci fa ingrassare quasi all’istante, e visto che ormai abbiamo sgarrato si è portate a continuare a farlo, mangiando tutto quello che capita a tiro.

In questo caso, la falsa credenza è che il dolce sia un cibo cattivo, che possa compromettere il nostro peso corporeo, ed è questo ciò che sta alla base della scorretta percezione delle cose.

Mangiatore Compulsivo – Comportamento Corretto
Se non pensassimo che il dolce è un cibo cattivo che ci fa subito ingrassare, lo mangeremmo senza troppi sensi di colpa, attuando  delle strategie compensative magari a cena, condendoci un pasto serale più leggero, così non avremmo dovuto rinunciare al dolce che tanto volevamo mangiare e perciò non ci saremmo sentire così in colpa.

Mangiatore Compulsivo – Cosa Fare Per Risolvere il Problema
Per modificare i tuoi comportamenti e per migliorare il tuo stile di vita, è necessario attuare interventi su questi pensieri, su queste emozioni che ad una persona al di fuori appaiono evidentemente distorte.

E’ qui che entra in gioco l’aiuto di una esperta psicologa, che saprà darti tutto l’aiuto che serve. Lei sa come risolvere la situazione e farti finalmente stare meglio.

Ora capiamo insieme che cosa devi fare, cosa devi cambiare nella tua vita per rendere possibile l’eliminazione definitiva di questo stato: Abbuffate incontrollate: La strategia delle affermazioni

Tutte le informazioni mediche pubblicate in questo sito sono da considerarsi come esclusive indicazioni sommarie. Non rappresentano nessuna indicazione medica. Per informazioni più specifiche deve essere chiesto un consulto medico appropriato.


 

Mangiare Compulsivo: il Disturbo Alimentare Nudo e Crudo

Conseguentemente ad una dieta troppo drastica e punitiva, vi è un comune aumento della sensazione di fame perenne e che…

Abbuffate Incontrollate: La Strategia delle Affermazioni

Per prendere coscienza del proprio comportamento alimentare e dei propri atteggiamenti errati riguardo alla dieta e alla visione di se…
Ultimo aggiornamento: 16 giugno, 2014