Sifilide: Sintomi e Cura


La Sifilide fa parte delle malattie a trasmissione sessuale causata dal batterio Treponema pallidum, ma siccome molti dei segni e sintomi che provoca, sono indistinguibili da quelli di altre malattie, è difficile da intuire.

La sifilide può essere trasmessa da una madre a bambino durante la gravidanza e causare gravi complicazioni.

A seconda di quanto tempo, una donna incinta è stata infettata dal batterio, maggiori saranno i rischi di partorire un feto morto o di dare alla luce un bambino che, subito dopo il parto, sviluppa complicazioni tali da causarne la morte, poco dopo la nascita.

Sifilide: Come avviene il Contagio
La sifilide si trasmette da persona a persona attraverso il contatto diretto con una persona contagiata come il contatto sessuale.

SifilideSintomi
I sintomi della Sifilide possono essere lievi e difficili da riconoscere o distinguere da altre malattie sessualmente trasmissibili. I sintomi possono insorgere anche fino a 3 mesi dopo in contagio e progrediscono in maniera molto lenta.

Nella fase primaria della malattia, i sintomi di contagio da Sifilide, appaiono da 10 giorni a 3 mesi dopo il contatto sessuale, con la formazione di anomalie, nella zona in cui è avvenuto il contagio, come:

  • ulcere sui genitali
  • ingrossamento dei linfonodi

Nella fase secondaria della malattia, i batteri entrano nel sangue e si diffondono in tutto il corpo causando molti sintomi diversi, tra cui:

 

  • rash cutanei
  • febbre
  • mal di testa
  • perdita di appetito
  • perdita di peso
  • mal di gola
  • dolori muscolari
  • dolori articolari
  • sensazione di malessere generale
  • ingrossamento dei linfonodi

In questa seconda fase, la sifilide può colpire anche il fegato, i reni e gli occhi, o causare la meningite.

Nella terza fase la Sifilide se non curata, non provoca più sintomi, anche se si è ancora infetti. I sintomi di questa terza fase tardiva della sifilide sono molto gravi e possono includere:

  • la perdita di memoria
  • problemi con la funzione mentale, di equilibrio, sul controllo della vescica, nella visione
  • perdita di sensibilità, in particolare delle gambe

Sifilide: Cura
Diagnosticare la Sifilide è possibile esaminando materiale da un’ulcera, utilizzando un microscopio speciale chiamato “microscopio a campo oscuro”, ma è possibile rilevare l’infezione anche attraverso un esame del sangue.

Una infezione da sifilide nelle sue fasi iniziali prevede una cura con antibiotici, e può essere prevenuta evitando il contatto sessuale con persone che hanno contratto l’infezione.

Continua a leggere
Candida
Clamidia

Trichomonas
Papilloma Virus (HPV)
Gonorrea
Herpes Genitale
Sifilide
Scabbia
AIDS o Infezione da HIV

Tutte le informazioni mediche pubblicate in questo sito sono da considerarsi come esclusive indicazioni sommarie. Non rappresentano nessuna indicazione medica. Per informazioni più specifiche deve essere chiesto un consulto medico appropriato.

Ultimo aggiornamento: 30 giugno, 2014
Scrivi un Commento!